L’uva, il frutto della Vitis vinifera, rappresenta una ricca fonte di vitamine e sali minerali, tra cui spiccano il calcio, il magnesio, il potassio e il manganese. Tuttavia, i suoi benefici derivano principalmente dalla presenza di fitonutrienti, ossia sostanze chimiche naturali, come le vitamine, che contribuiscono in modo significativo alla salute generale. Tra i fitonutrienti contenuti nell’uva, si annoverano i polifenoli, con particolare enfasi sul resveratrolo, un membro della famiglia degli stilbeni. Altri fitonutrienti rilevanti includono flavanoli, flavonoli, carotenoidi e acidi fenolici. Quando si tratta di selezionare le varietà di uva, al di là delle preferenze personali, è consigliabile concentrarsi sull’uva nera per ottimizzare l’apporto di sostanze benefiche per la salute. Questa varietà, rispetto all’uva bianca, è caratterizzata da un contenuto più elevato di fitonutrienti, in particolare nei suoi polifenoli, presenti in abbondanza nella buccia.

Sono i polifenoli contenuti nell’uva a conferirle una potenziale azione antiossidante, utile nella lotta contro i radicali liberi e, di conseguenza, nella prevenzione dei danni associati all’invecchiamento. Non sorprende quindi che l’uva sia spesso associata al benessere della pelle, perché aiuta la luminosità e l’idratazione, oltre a contribuire alla prevenzione dei segni dell’invecchiamento cutaneo. L’uva è anche riconosciuta come un alimento che apporta significativi benefici alla salute del sistema cardiovascolare. Il resveratrolo, infatti, sembra contribuire alla protezione del cuore e alla fluidità del sangue. Tuttavia, è importante notare che, nonostante numerosi studi abbiano evidenziato gli effetti positivi di questa sostanza sul cuore e sulla circolazione sanguigna, non è ancora del tutto chiaro in quale quantità specifica il resveratrolo possa conferire benefici al sistema cardiovascolare.